due giornaliste (alle prime armi) e il loro modo di vedere la rassegna continentale

26/06/08

La rivincita delle WAGs

Diciamo la verità, le vere WAGs, quelle autentiche, restano sempre loro: le inglesi, le allegre zoccolette di Windsor. All'inizio dell'Europeo avevamo promesso di parlare almeno di una wag alla settimana, addirittura avevamo pensato di proporne una al giorno, ma poi c'è passata la voglia. A parte Sylvie Van Der Vaart e Nereida Gallardo, nessuna ci ha ispirato particolarmente. Le fidanzate dei calciatori che hanno partecipato a questa edizione della rassegna continentale non hanno fatto notizia se non per le foto senza veli. Sono lontani i tempi in cui Victoria Beckam e compagne spendevano centinaia di migliaia di euro in un solo pomeriggio, e non a Corso Buenos Aires o via Condotti, ma in minuscoli paesini insignificanti della Germania. Solo Cristiano-truzzo-Ronaldo (foto a destra con Nereida, già al mare in questi giorni) ci ha regalato qualche emozione con una storia alla Sarkozy (stesso anello a due fidanzate diverse), per il resto noia totale. Le WAGs italiane poi... l'unica cosa che sono state capaci di dire è stata un'implicazione logica foriera di sfiga: "Se l'Italia vince/ se il mio fidanzato segna... MI SPOGLIO". E che cos'è?! Ma non sanno proprio fare altro! Immaginate che bella una conversazione tra un calciatore e la fidanzata spogliarellista (perché alla fine quello sono, non parlatemi di foto artistiche, non esistono più). E poi la Santarelli (foto a sinistra) che rompe? Che Corradi la Nazionale non la vede (e non la vedrà più) nemmeno col binocolo. Non si spiega nemmeno perché abbia ritrattato dopo che l'Italia ormai aveva perso. E Belen (prima foto in alto a sinistra anche loro già al mare, a Milano Marittima)? "Se Marco segna mi spoglio"... Anche se si suppone che Borriello sia ormai abituato a vederla nuda sui giornali, magari, essendo partenopeo, un po' di gelosia la cova, e se fosse effettivamente entrato, la proposta della sua ragazza poteva essere interpretata come una minaccia e fungere da deterrente.
Comunque, adesso che i loro "ziti" sono usciti dall'Europeo, le varie Nereida, Belen, Cecchetto (foto in basso a destra col suo Luca Toni)
tornano a essere vere protagoniste e, seguite a vista dai paparazzi, mettono in mostra i super-fisici così comme mamma natura (e papà chirurgo) le ha fatte.

6 commenti:

Luana ha detto...

Complimenti navigavo su internet e ho trovato questo blog. Carino finalmente qualcuno che parla del calcio dal punto di vista femminile. Ma avete visto che fisico ha Ronaldo?. Da capogiro! Il mio fidanzato grida allo scandalo per la sostituzione di Donadoni. Voi che ne pensate? Grida al complotto e afferma che Lippi da uomo di merda prima del mondiale è diventato il nuovo re mida del calcio italiano?

Anonimo ha detto...

ahhhh victoria beckham... lei sì che può tutto. una regina.
tornerei a qualche anno fa solo per rivederla mentre tifa con la cipria in mano!
emanuela

LR ha detto...

Cara Luana, come ha detto uno degli uomini che ne capisce di più IN ASSOLUTO, tale Zdenek Zeman, l'unica differenza tra la nazionale di Lippi campione del mondo e quella di Donadoni è stata l'enorme fortuna della prima e la sfiga della seconda. Io, dal canto mio, anche per l'insopportabile milanismo che mi porto dentro, sono donadoniana e mi dispiace che lo abbiano silurato. Per quanto riguarda Lippi, credo che anche la fille de poche sia d'accordo con me: non ci piace, ma a quanto pare gli portiamo fortuna. Nessuno pare ricordare che è stato l'uomo di Moggi e Giraudo... Pazienza, è l'Italia bellezza...

LR ha detto...

È vero Emanuela, che nostalgia per Victoria e le sue comari...

la fille de poche ha detto...

grazie emanuela e luana, continuate a seguirvi a breve una sorpresina che voi donne gradirete moltissimo....baci, chia

marta ha detto...

ECCEZIONALE l'espressione le allegre zoccolette di windsor!!
siete una fonte inesuaribile!!
anch'io pur non reputando donadoni un allenatore all'altezza della nazionale(solo il livorno come esperienza da mister è oggettivamente pochino)mi auguro che lippi faccia un'enorme figuraccia: noi italiani non ci smentiamo maI: pronti a cambiare al minimo segnale di crisi senza concedere margini di miglioramento..non a caso siamo di nuovo sotto la dittatura berlusconiana..